Graphic novel o libro illustrato

Lo studio di un libro illustrato

IL TAGLIO DI UN LIBRO ILLUSTRATO. Finita la prima serie di tavole del mio progetto di libro illustrato, l’ Improvvisato Volo Fantastico, inizia il momento dell’impaginazione. Nasce l’esigenza di scegliere il taglio giusto. Ne faccio una graphic novel? Lo tratto come un libro illustrato? O seguo le tracce di un diario di viaggio? Alle volte un’idea di libro nasce già pronta, altre volte c’è un contenuto completo che però cerca la sua identità visiva. Il mio caso è questo secondo. Allora passo in rassegna i miei libri preferiti illustrati e mi chiedo a quale potrei o dovrei avvicinarmi di più. (partendo dall’alto a sinistra). Quale sarà la scelta definitva? Probabilmente un insieme di tutte queste.

Lady Cottingonts Pressed Fairy book – Pavillon book

Penso che sia ormai un libro introvabile, lo comprai un quindicennio fa, quando vagavo per Londra senza una sterlina. Non costava poco, ma non me lo volli perdere (e così saltai la cena). E’ un vero e proprio diario di una bambina che schiaccia nel proprio libricino tutte le fatine che incontra nel proprio giardino. A lato inserisce commenti. Il bello è che vediamo la crescita di questa persona, da bambina ad adulta con il cambiamento della calligrafia sempre più matura. Stupendo!

Pirati dei Caraibi – Disney

Il più tradizionale dei libri illustrati. Testo da una parte (font non corsivo) e grandi foto sull’altra pagina. Sullo sfondo e i lati delle pagine qualche accenno di texture da libro ritrovato. TRADIZIONALE.

Egitto, cercando l’Aleph – di Stefano Faravelli
In assoluto quello che preferisco. Lui è un maestro assoluto, direi mondiale, del diario di viaggio, in particolare dell’esploratore biologo. Sono scansioni vere e proprie dei suoi taccuini, quindi non c’è una vera e propria impaginazione. L’impaginazione è il taccuino stesso, nel momento in cui viene realizzato. FANTASIA E OSSERVAZIONE.

Dragologia Applicata – Fabbri Editore

Questa serie ha rivoluzionato il mercato illustrato. Partita con “Egittologia”, sono riusciti a proporre libri tra il pop-up, l’illustrato e il diario di viaggio ad un prezzo assolutamente accessibile, con idee e impaginazioni originali. ALLA SCOPERTA DI TESTI SEGRETI.

Arthur Spiderwick – Mondadori

Un diario, un taccuino tra biologia e mito, che illustra i tanti esseri che vivono in un bosco fatato. I disegni sono splendidi. Le note a margine affascinanti e credibili. I riferimenti infinit. Un universo di mondi viene alla luce. TRADIZIONALE E BELLO.

Il tesoro del capitano William kidd – La nuova Frontiera.

Il più deludente tra tutti. Le tavole non sono esaltanti e l’impaginazione è un po’ ostica (non ci sono colonne il testo prende tutta la paginea e questo appesantisce la lettura. la storia forse troppo lunga, più da romanzo che da libro illustrato. Ci sono alcuni inserimenti interessanti (buste da lettera da aprire, mappe.) Ma non buca. PESANTE.

Cliccando sul bottone ACCETTO o continuando a navigare questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione, permetti il loro utilizzo.

Chiudi