Arti visive e Teatro. I linguaggi tradotti da un punto all’altro.

sospesi_newsletter

Un originale doppio evento si terrà sabato 21 maggio a partire dalle 17:30 presso il Palazzo Ducale a Guastalla: la mostra collettiva “Sospesi per aria – Ci sono opere che non hanno mai toccato terra” e la performance teatrale “L’improvvisato Volo Fantastico”.

Gli ideatori e curatori sono Daniele Lunghini e Nero Levrini (già curatori di Donne e motori – Chiostri di San Domenico ottobre 2016). Sospesi per aria è una collettiva di artisti che si inau­gurerà terrà nel cortile e nei locali gestiti dalla Proloco all’ di Palazzo Ducale. L’evento ha il patrocinio del Comune di Guastalla e ha come sponsor ufficiale l’agenzia Generali di Guastalla.

L’idea è quella, come dice suggerisce il titolo, di ricercare un effetto scenografia che abbia come impatto un’ attrazione aerea, un allestimento sospeso. “Sarà come se i visitatori riuscissero a rimpicciolirsi rimpicciolire fino a diventare così piccoli da poter entrare nella testa di un artista in piena attività creativa e vedere gli stimoli elettrici apparire in sequenza” afferma Lunghini, che ha accompagnato la comunicazione con alcuni video su Youtube.

Gli artisti presenti saranno: Lisa Beneventi, Lucio Braglia, Loretta Costi, Antonella Davoli, Ivan Lazzaretti, Nero Levrini, Laura Lucchi, Daniele Lunghini, Francesca Neviani, Carmen Panciroli, Eugenio Paterlini, Federica Pigmei, Carla Protti. Presenteranno opere pittoriche, fotografiche, digitali e installazioni.

livf_newsletter

La mostra verrà aperta dalla performance teatrale L’improvvisato Volo Fantasti­co, con gli attori Antonietta Centoducati e Gianni Binelli, accompagnati dalle musiche di Ovidio Bigi. Scritto e scenografato da Daniele Lunghini, è una performance teatrale che racconta il viag­gio di un circo volante e dei suoi artisti. Il loro tour toccherà luoghi misteriosi incontrando personaggi bizzarri. I destini di tutti verranno ribaltati uno a uno! Un po’ onirico, un po’ drammatico, un po’ poesi, un po’ avventuroso, è un Picco­lo Principe atterrato su un mondo alla Barone di Munchausen. Le scenografie scenderanno dal tetto creando un effetto volante coinvolgente.

L’idea è quella di unire due linguaggi in una stessa grammatica comune, due performance in un evento unico pensato per il cortile del Palazzo Ducale di Guastalla. Il format Teatro + Esposizione, già sperimentato con successo con Donne e Motori (ottobre 2015 Chiostri di San Domenico – RE), ha grandi capacità attrattive per un pubblico desideroso di novità all’interno di spunti artistici classici.