L’importanza della scrittura parlata e dell’immagine scritta

JRNgviP

Nei miei corsi faccio uso di spezzoni di serie televisive contemporanee per definire l’idea di linguaggio contemporaneo narrante, per mappare il flusso evolutivo dello strumento narrativo per eccellenza. Perché? Perché in un corso di scrittura, e non di sceneggiatura, porto in dote scene siffatte? Intanto per una questione di tempi. Il prodotto video mi porta in evidenza in un più breve lasso di tempo più concetti. Quindi, ottimizzazione per l’investimento nel corso 😉 In secondis, io ho l’animo da regista, pur convivendo con quella del narratore attraverso le parole, quindi uso ogni mia arma in dotazione per trasmettere concetti per me vitali nell’attività dello scrivere. Il linguaggio è una specie vivente, e come tutte le specie è in continua evoluzione.. Non sto a tirar fuori Dante, con il suo strambo modo di scrivere, tutto rime e parole bislacche. Io parlo dell’italiano moderno, quello di oggi, che si confronta con quello di un anno fa. Io intendo la narrazione di oggi con quella di un anno fa. Non dobbiamo seguire le tendenze e cavalcarle. Non è induzione all’inclinazione modaiola.

Io dico che scopro nuove metodologie, nuovi schemi attraverso quello che offre mondo dell’intrattenimento.Vediamo insieme scene, ma dal punto di vista della scrittura. La analizziamo, la decontestualizziamo e la ricostruiamo come fosse in una pagina. Vediamo le scene e le interpretiamo. Qual’è il significato di quella scena e impariamo il valore della rappresentazione e della simbologia.

C’è un test che faccio sempre a un certo punto del corso. Faccio la seguente domanda: “Se doveste creare una metafora del mondo, quale immagine creereste?” E’ un test impossibile da superare, come quello al quale un giovane capitano Kirk si trovò di fronte per la prova definitiva dell’accademia. Il simulatore era programmato per vincere sempre. Kirk, fece l’unica cosa possibile per vincere: hackerare il simulatore e riprogrammarlo. Ecco, il mio sogno è riuscire a insegnare a come riprogrammare i simulatori, superare i problemi impossibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *